News

Altre notizie

logoMaurys

E dopo cena l’incubo dei fornelli da pulire: ecco come vincere la sfida 

Dall’industria alla cucina, tutti passaggi per seguire il procedimento di sgrassatura al vostro piano cottura. Tutto quello che vi serve è uno sgrassatore. Da acquistare al supermercato nella versione pronta all’uso o concentrata. Ma in alternativa c’è il metodo fai da te


Avete appena servito un pranzo ad un esercito di amici e parenti? Bene, sapete già cosa vi attende. Perché mentre i vostri ospiti si rilasseranno sorseggiando amaro e caffè, il vostro compito non è ancora finito. C’è la cucina da rassettare. E, soprattutto, i fornelli sporchi da pulire. Un vero e proprio incubo. Con macchie di grasso e incrostazioni di cibo dure a venire via. Ma non perdetevi d’animo. Ecco alcuni consigli utili per uscire vincitori dall’impari confronto.
Preparatevi ad applicare un particolare procedimento di pulizia, importato dalle tecniche industriali e consistente nella disgregazione, scompattazione e modificazione delle molecole grasse che hanno ridotto il vostro piano cottura ai minimi termini. In una parola, sgrassatura. Un procedimento di pulizia che, nei grandi stabilimenti, punta a trasformare lo stato chimico degli olii attraverso specifici agenti sgrassanti. In grande, ciò che in piccolo dovrete fare nella vostra cucina, utilizzando sgrassatori diffusi in commercio pronti all’uso o concentrati, cioè da diluire in acqua prima dell’uso. In alternativa potrete preparare voi stessi la soluzione sgrassante. Ecco come fare.
Prima di iniziare procuratevi acqua calda, aceto, bicarbonato, detersivo per i piatti, spugna abrasiva e strofinaccio. La prima cosa da fare per aggredire lo sporco dei fornelli, è riempire una bacinella con acqua molto calda. Quindi, aggiungete 5 millilitri di aceto e 2 cucchiai di bicarbonato. Togliete i fornelli dal piano cottura e immergeteli nella soluzione che avete appena preparato, lasciandoli in ammollo per una mezz’oretta. Giusto il tempo che l’aceto faccia il suo dovere.
Contemporaneamente, utilizzate un altro recipiente per preparare una seconda soluzione composta da acqua tiepida, ancora aceto e un po’ di detersivo per i piatti. Applicate il preparato sull’intera superficie del piano di cottura e, a questo punto, spargete in maniera omogenea del sale fino. Prendete una spugnetta abrasiva e strofinate energicamente il sale. A questo punto non vi resta che risciacquare con dell'acqua tiepida ed asciugare con uno strofinaccio. 

Condividi questa pagina