News

Altre notizie

logoMaurys

Vetri e polvere, la sfida quotidiana: per vincerla è tutta questione di metodo 

Il massimo risultato con il minimo sforzo. Usando prodotti commerciali o fatti in casa. Per riportare alla luce specchi e finestre. E contro gli acari la mano batte i detergenti. Ecco alcuni consigli utili per sconfiggerli 


Olio di gomito e prodotti adatti allo scopo. Vetri e polvere richiedono entrambi. Utilizzare i detergenti giusti a volte può non bastare. Occorre saperli utilizzare al meglio per ottenere il massimo risultato. Insomma, questione soprattutto di metodo.
Iniziamo dai vetri. Di prodotti specifici negli scaffali del vostro supermercato non c’è che l’imbarazzo della scelta. Ma se preferite il fai da te, potete preparare da soli un detergente efficace fatto in casa. Come? Semplice: per un litro di prodotto mescolate 200 millilitri di aceto bianco e 800 di acqua. Oppure 500 millilitri di acqua e 500 di ammoniaca. Poi vi occorrerà un panno morbido per applicarlo senza lasciare macchie ed evitando di graffiare la superficie. La cosa importante è assicurarsi che il panno sia costantemente pulito in ogni fase del suo utilizzo. L’ideale è impiegare due secchi: uno per sciacquare lo straccio che potrete quindi immergere successivamente, dopo averlo sciacquato, nel secondo contenente il detergente. Iniziate a pulire le finestre dall’interno e proseguite con l’esterno, ossia il lato più sporco dei vetri. Seguendo l’ordine opposto, rischiate di sporcare, anziché pulire, la parte interna con la sporcizia raccolta all’esterno. A questo punto non vi resta che cambiare panno e iniziare una seconda passata. Stavolta con una diversa soluzione composta per il 20% da alcool e per l’80% da acqua. L’alternativa al fai da te è un comune vetril acquistato al supermercato.
Sistemati i vetri, il prossimo nemico da sconfiggere è la polvere. Con la medesima arma: prodotti giusti e metodo corretto. La regola da seguire è quella di iniziare a spolverare dall’alto spostandovi progressivamente verso il basso. Quindi, giusto per fare qualche esempio, dai lampadari, dalle librerie e dalle pareti. Ricordate: la polvere va raccolta non sollevata. Se avete a che fare con superfici di legno, di plastica o laccate un prodotto antipolvere che aiuti a catturare gli acari è senz’altro d’aiuto. Su schermi tv o monitor del computer ricordatevi di usare prodotti appositi e specifici per evitare di danneggiarli. Quanto ai pavimenti l’aspirapolvere è ovviamente imbattibile. 

Condividi questa pagina