News

Altre notizie

logoMaurys

Bagnoschiuma e doccia-schiuma, dimmi che pelle hai e ti dirò quale usare 

Questione di ph, il fattore che indica il grado di acidità o di basicità di una soluzione. Riferimento anche per la scelta dei prodotti per l’igiene personale. Occhio alla distinzione tra bagnoschiuma, che si diluisce in acqua prima di lavarsi, e doccia-schiuma che, invece, si applica sul corpo


Meglio il bagnoschiuma o il doccia-schiuma? In realtà la domanda non ha molto senso. Perché si tratta di due prodotti che, pur essendo realizzati con gli stessi componenti base, sono stati pensati per impieghi diversi. E la differenza in questione è semplice: mentre il bagnoschiuma non si usa a contatto diretto con la pelle, ma disciolto in acqua prima di immergercisi dentro, il doccia-schiuma si applica direttamente sulla cute durante il lavaggio.
Tra l’altro, capita spesso di utilizzare lo stesso doccia-schiuma anche per i capelli. Per questa ragione, a differenza del bagnoschiuma, contiene alcune sostanze aggiuntive, come i sali di ammonio e la trimetilglicina. Si tratta, comunque, in entrambi i casi di prodotti ormai presenti sul mercato in una larghissima varietà di varianti, gusti ed essenze. Oltre che, ovviamente, commercializzati da un numero amplissimo di marchi. Come scegliere, allora, il prodotto migliore? Semplice: lasciandovi guidare nella vostra selezione dalla tipologia della vostra pelle e non dal singolo prodotto, dal gusto e dal prezzo. In particolare, il fattore decisivo per essere sicuri di aver acquistato il prodotto migliore per le vostre esigenze è il cosiddetto ph della pelle. Un fattore che indica, in pratica, il grado di acidità o basicità di una soluzione. In questo caso del bagnoschiuma o del doccia-schiuma. I valori del ph sono compresi tra 0 (zero) e 14, dove lo 0 indica il massimo grado di acidità e il 14 il massimo grado di basicità. Di conseguenza, il valore 7 è indice di una soluzione neutra, che diventa sempre più acida man mano che si scende verso lo 0 e sempre più basica via via che si sale verso il 14. Quindi, quando durante uno spot pubblicitario si decanta il ph neutro di un prodotto, sarete ora in grado di capire cosa si intende.
Di norma, il ph della pelle è mediamente acido, attestandosi su valori compresi tra 4,2 e 5,6. Un’acidità che si spiega con la funzione di difesa che la pelle assolve contro microrganismi e agenti patogeni. Conoscere il ph della propria pelle è il modo migliore per scegliere un bagnoschiuma o un doccia-schiuma adatto alla vostra cute. 

Condividi questa pagina